Uccise la moglie malata, condannato

Lo scorso 12 febbraio nell' appartamento di via Brenti a Cremona uccise nel sonno, con una coltellata alla gola la moglie Ernestina Chiari, donna di 74 anni e malata, che nell'estate precedente era stata colpita da un ictus. Poi tentò il suicidio. Oggi il gup del tribunale di Cremona, Christian Colombo, ha condannato a nove anni e quattro mesi di reclusione Libero Marini, pensionato di 76 anni dallo scorso settembre agli arresti domiciliari presso una casa di riposo a Nibbiano, nel Piacentino. L'uomo era stato ammesso al rito abbreviato. Il pm, Ignazio Francesco Abbadessa, aveva chiesto la condanna a 16 anni di reclusione, partendo, nel calcolo della pena, da 24 anni, ridotti di un terzo per il rito abbreviato. Prima di costituirsi, l'uomo vegliò la moglie tutta la notte.

ANSA

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Cappella de' Picenardi

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...