Truffa vicina casa anziana, arrestata

E' circonvenzione di incapace l'accusa con la quale la squadra mobile di Piacenza ha arrestato una romena 48enne che avrebbe prosciugato dei risparmi di una vita il conto corrente della vicina di casa, una 90enne piacentina con problemi di demenza senile. Il denaro, chiesto in prestito con la scusa che il marito aveva problemi di salute e doveva sostenere costose cure, è stato invece speso dalla truffatrice per acquistare borsette griffate, smartphone e per pagarsi le vacanze in riviera romagnola. La somma accertata dagli inquirenti, coordinati dal pm Roberto Fontana, è di almeno 20mila euro. La straniera, che vive sullo stesso pianerottolo dell'anziana in una palazzo in città, aveva conquistato la sua fiducia offrendosi di aiutarla per piccole faccende. Una parente dell'anziana però si è accorta che il conto corrente era stato portato a zero in poche settimane con prelievi di 2mila euro ogni volta. La polizia ha indagato, scoprendo che la romena spesso accompagnava in banca la donna per farsi dare i soldi.

ANSA

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Cappella de' Picenardi

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...